“Fare un ping”: facile pingare, quando sai cos’è

5 agosto 2017 , In: *Brevi., Siti internet
0
Cos'è un ping? Fare un ping.

A volte sei lì e senti qualcuno che urla ad un collega… «Fai un ping!». E tu ti chiedi che diamine sia!
Beh. Se lo conosci, non lo eviti.

Intanto ping è un programma, per cui non si può fare, ma al massimo lanciare.
Nel linguaggio comune si dice “fare un ping”. Per farlo bisogna aprire il prompt di DOS:

  • SU WINDOWS. Tasto Windows + R > cmd > invio
  • SU MAC. F4 > Altre > Terminale
  • SU LINUX. CTRL + ALT + T o ALT + F” > e scrivere gnome-terminal

Nel prompt apparso occorre, ora, scrivere C:\Windows\system32\ping sito.com.
In questo modo appariranno vari dati.

 

A cosa serve lanciare un ping?

I dati che si ottengono equivalgono al motivo per il quale lanciamo un ping.

I due principali sono:

  • l’IP al quale si è fatta la richiesta (scrivo il dominio e il ping mi restituisce l’IP).
    Utile se si devono, ad esempio, gestire i DNS di un dominio.
  • Il tempo di risposta del server.
    Per valutare se il server su cui risiede un sito è performante e veloce.

 

Cos’è, di preciso, il ping?

Wikipedia ci dice che…

Ping è un programma disponibile sui principali sistemi operativi che misura il tempo, espresso in millesecondi, impiegato da uno o più pacchetti ICMP a raggiungere un altro computer o server in rete (sia essa Internet o LAN) ed a ritornare indietro all’origine. È prettamente utilizzato per conoscere la presenza e la raggiungibilità di un altro computer connesso in rete.

 

Se qualcuno ha qualche altra idea su come usare i dati del ping, me lo faccia sapere, please!

There are no comments yet. Be the first to comment.