Un sito in più lingue nella SERP di Google

0
sito più lingue nella serp google

Il caso è del tipo, ho un sito in più lingue e voglio che nella SERP di Google in italiano si veda il sito in italiano, nella SERP inglese si veda il sito in inglese, eccetera.

Che il mio sito sia:

  • o in diversi domini/cartelle/domini di terzo livello ho più installazioni del sito, contenente lingue diverse;
  • o in diversi domini/cartelle/domini di terzo livello ho un unico sito che gestisce dinamicamente i contenuti a seconda dlela lingua. E a seconda ella lingua mostra di risiedere su domini/cartelle/domini di terzo livello differenti;

l’importante è comqunque determinare l’homepage per ciascuna lingua e operare nel modo che segue.

 

1 | Hreflang nell’head delle pagine

Prima di tutto, io metterei tutti gli hreflang disponibili nell’head di tutti i siti.
Quindi, ad esempio,  nell’head dell’ipotetico sito sito.com metterei:

  • <link rel=”alternate” href=”http://www.sito.com/” hreflang=”en”/>
  • <link rel=”alternate” href=”http://www.sito.it/” hreflang=”it”/>

eccetera…

Il sito.com è quello in inglese, ma lo stesso elenco di tag lo salverei anche nell’head degli altri siti disponibili, in questo caso l’ipotetico www.sito.it.

Io userei anche il valore rel=”alternate”, come indicato sopra, perchè non mettendolo si dà solo un blando suggerimento a Google. Invece, nel modo sopra indicato, si dà un’indicazione precisa e pià incisiva.

 

Lingue e paesi dell’hreflang

Ho utilizzato l’hreflang tag con il solo riferimento della lingua.
Nel caso abbia più varianti da precisare, posso anche utilizzare un modo più raffinato, indicando la lingua e il paese.

Per determinare il tag hreflang più vicino al nostro caso, conviene sapere che si può segnalare a Google:

  1. solo la lingua
    Ad esempio <link rel=”alternate” href=”http://www.sito.it/” hreflang=”it”/> (sito.it è un sito pensato per gli utenti che parlano italiano);
  2. sia la lingua che il paese
    Ad esempio <link rel=”alternate” href=”http://www.sito.co.uk/” hreflang=”en-gb”/> (sito.co.uk è stato pensato per utenti che parlano inglese nel Regno Unito);
    o <link rel=”alternate” href=”http://www.sito.com/” hreflang=”en-es”/> (sito.com è stato pensato per chi parla inglese in Spagna).

 

  • Per trovare i codici delle lingue, si può consultare la lista dei codici ISO 639-1.
  • Per trovare i codici dei paesi, si può consultare la lista dei codici ISO 3166-1.

 

2 | Sitemap che indica le homepage in lingue diverse

Farei una sitemap apposita per segnalare le lingue e la metterei in tutti i domini, aggiungendole tutte al Google Webmaster tool, nel relativo account.
Se per ciascun sito abbiamo già una o più sitemap, possiamo anche crearne e segnalarne una nuova, appostiamente creata per notificare le lingue.
Ad esempio così.

 

3 | Chiedere a Google di venire a dare un’occhiata

Chiederei la riconsiderazione di Google della pagina.
Nella Google Search Console, ex Webmaster tool, bisogna accedere all’account di ciascun sito.
Ad esempio, accedere all’account sito.it, su Google Search Console e andare in Scansione > Visualizza come Google e inserire l’url della index di www.sito.it.

There are no comments yet. Be the first to comment.

Scrivi qualcosa a riguardo