Algoritmo di compressione Guetzli: un’altra fatica di Google

0
Algoritmo di compressione Google Guetzli e Zopfli

La notizia è di questa settimana, ed è un nuovo algoritmo di compressioni delle immagini: le rende più leggere del 35%, favorendo quindi tutti i dispositivi, soprattutto quelli mobili. Cioè i dispositivi che si trovano a dover caricare in mobilità contenuti e contenuti, durante tutta la giornata.
La leggerezza dei file aiuta a caricare più contenuti e più velocemente anche con connessioni non sempre performanti.

Guetzli si può trovare qui, su GitHub.
Si sottopone un’immagine, compilandolo e l’immagine viene compressa, diminuendo del 35-50% del suo peso. Ma senza perdere qualità.

 

Proviamo l’algoritmo di compressione Guetzli

Ecco come installare Guetzli.

Guetzli tratta file png e jpeg. Trasformandoli in jpeg compressi.
Una volta installato Guetzli, bisogna usare e scrivere
guetzli [–quality Q] [–verbose] original.png output.jpg
guetzli [–quality Q] [–verbose] original.jpg output.jpg

–quality Q è il parametro che potete passare, in cui specificate che qualità è desiderabile. Dove il metro è quello dettato dalla libreria libjpeg quality.

–verbose è il parametro che permette di stampare messaggi informativi durante le codifiche.

 

Comprimere png e zip con Zopfli

Per chi è interessato ad approfondire, Google mette a disposizione anche Zopfli: un’applicazione rilasciata da Google per ridurre la dimensione anche di png e zip. La trovate qui, su GitHub.

 

 

There are no comments yet. Be the first to comment.

Scrivi qualcosa a riguardo